Skip to main content

Itinerari in camper in Trentino - Alto Adige

Il Trentino – Alto Adige, la regione più a nord dell’Italia, è un vero Paradiso in tutte le stagioni: per gli amanti della natura e gli appassionati di arrampicata in estate, per gli sciatori in inverno. Ti divertirai moltissimo ad attraversare la regione in camper: potrai apprezzare al massimo le suggestive strade sinuose avendo la tua casetta sempre con te!

Foto: Sebastian Stolinski

Noleggia un camper   Trova un camping

In campeggio sulle Alpi Atesine

L’Alto Adige non dispone certo della stessa densità di campeggi dell’area mediterranea, ma offre una qualità dei servizi incredibilmente elevata, tutta a favore dei camperisti. Qui i campeggi sono il perfetto punto di partenza per godere delle innumerevoli attività sportive disponibili sul territorio o, in alternativa, luogo ideale per un meritato relax.

Campeggi in Trentino – Alto Adige

Le Dolomiti, con le loro maestose e ripide cime, tipiche dell’Alto Adige, sono una meta perfetta per tutti i turisti e anche per quegli sportivi che hanno scelto la montagna come loro seconda casa. Ai camperisti che amano l’azione, l’Alto Adige riserva una vacanza molto stimolante, così come a tutti coloro che vogliono concedersi una pausa. Questa regione è uno splendido e idilliaco spazio immerso nella natura, adatta proprio ad ogni tipo di turista.

Campeggio nella natura per famiglie

„Think green!” è il motto del Campeggio Moosbauer che si trova alla periferia di Bolzano: qui natura si scrive con la N maiuscola e vige il concetto del „LearnCamping“, che si esprime tramite bacheche informative, brevi seminari e gustose degustazioni di specialità della regione. Siamo certi che questo sia un magnifico approccio sia per grandi che piccini! Il campeggio è immerso tra verdi e rigogliosi frutteti e, oltre a soggiornare nello Urban Gardening Lounge, puoi, e scusa se è poco, conoscere, raccogliere e degustare prelibatezze locali oltre a trovare tutti i comfort standard di un campeggio, incluso il parco giochi e la piscina dedicata ai bambini.

→ Spots per famiglie

Puro relax

Il Campeggio del bosco a Naturno nel Parco Naturale Gruppo di Tessa offre natura e relax. Questo camping a gestione famigliare eccelle in termini di ospitalità. Grazie alle sue piccole dimensioni e alla sua posizione tranquilla nel mezzo di frutteti di proprietà e di un bosco misto, il campeggio è particolarmente adatto per rilassarsi lontano dal turismo di massa.

→ Spots dove rilassarsi

Con il camper on the road

Le strade del Trentino – Alto Adige faranno ammirare un magnifico panorama anche al passeggero e sarà particolarmente divertente per il conducente percorrerle con il camper, ma attenzione: non tutti i percorsi sono uguali e le curve sono infinite!

Il passo più alto delle Alpi orientali: il Passo dello Stelvio

Prato è il punto di partenza per raggiungere il Passo dello Stelvio. Situato a 2.757 metri di altitudine, rappresenta il punto più alto delle Alpi orientali. Supera il Passo dell’Umbrail in direzione Santa Maria e poi attraversa Laudes, presso il comune di Malles, fino a Glorenza in Val Venosta. Lungo circa 74 chilometri di percorso, godrai di una splendida vista sulla regione orientale con il Parco Nazionale dello Stelvio e il Dreiländerspitze, per non dimenticare il divertimento alla guida: la strada si inerpica in 48 tornanti fino alla cima.

Rivivere gli antichi valori: Passo di Monte Giovo e passo di Pennes

Imponenti fortezze e maestosi castelli ti aspettano lungo la strada dal Passo di Monte Giovo fino al passo di Pennes, da Bolzano fino a Terlano lungo la MeBo e ritorno. I 155 chilometri del percorso ti mostrano l’Italia tradizionale e il cuore dell’Alto Adige.

Due Passi in posizioni molto tranquille: Passo delle Palade e Val d’Ultimo

Il tuo giro turistico ha inizio a Lana, da dove attraverserai il Passo delle Palade. A partire da qui girovagherai per numerosi piccoli villaggi come San Felice, Fondo, Castelfondo, Lauregno e Proves. Percorrendo 95 chilometri attraverso la Val d’Ultimo assisterai probabilmente a episodi di vita rurale e raggiungerai infine la tua meta finale, il passo Castrin.

father and child on a street in slovenia, blue van in the front

Imponente vista panoramica sulle Dolomiti: Giro dello Sciliar

Inizia il giro dello Sciliar percorrendo la strada alpina di Fié allo Sciliar, passando poi per Castelrotto e il Passo Pinei fino alla Val Gardena. Poco distante da questo percorso, lungo circa 74 chilometri, si trova l’Alpe di Siusi, uno degli altipiani più belli d’Europa.

Divertimento alla guida garantito: Passo delle Erbe e Val Pusteria

Serve una buona dose di abilità alla guida per raggiungere il Passo delle Erbe. Una volta giunti in vetta, la fatica sarà ricompensata dal magnifico panorama sul possente Sasso Putia. Lungo il percorso che dal Passo delle Erbe attraversa la Val Badia e la Val Pusteria, fino a Rio di Pusteria e ritorno in direzione di Bressanone, potrai inoltre apprezzare innumerevoli castelli. Questo giro turistico è lungo circa 86 chilometri.

Da una parte all’altra delle Dolomiti

Le Dolomiti non possono in alcun modo mancare dal tuo tour del Trentino – Alto Adige! Inizia la tua avventura a Ora, sui 1.100 metri del Passo di San Lugano. E poi attraversa la Val di Fassa fino al Passo del Pordoi, raggiungendo i 2.239 metri di altitudine. Seguono il Passo di Falzàrego e il Passo Tre Croci. Percorri in seguito la Val Pusteria e la Valle Isarco per raggiungere Bolzano e tornare ad Ora. Con questo percorso di ben 155 chilometri attraverso 5 Passi dolomitici farai il pieno di Dolomiti. Ti consigliamo di effettuare una sosta dietro al Passo delle Tre Croci per scoprire il pittoresco Lago di Misurina.

Meraviglioso ma troppo frequentato: il Giro del Sella

Il giro in macchina del massiccio del Sella, nel cuore delle Dolomiti, è davvero spettacolare. Se parti presto la mattina, questa gita di 101 chilometri ti offrirà i panorami più belli del mondo in tutto il loro splendore. Partendo da Chiusa, percorri la Val Gardena fino a Selva di Val Gardena per poi prendere il Passo Gardena e il Passo di Campolongo. Seguono il Passo Pordoi e il Passo Sella. Torni a Chiusa ripercorrendo la Val Gardena.

Wohnmobil in die Schweiz

La strada a pedaggio Tre Cime di Lavaredo

La strada a pedaggio Tre Cime di Lavaredo è molto ben conosciuta anche oltre i confini dell’Alto Adige. Per forza! Le Tre Cime di Lavaredo sono la formazione rocciosa più famosa delle Dolomiti. In cima alla lista delle escursioni da fare non può mancare la gita al rifugio Auronzo, con deviazione obbligatoria per scoprire il lago di Misurina, anche perché si tratta dell’itinerario più corto con soli 27 chilometri da percorrere. Si parte da Dobbiaco, nella Val di Landro, per addentrarsi nelle Dolomiti ed esplorare il lago di Landro e il lago di Misurina, e, passando per il rifugio Antorno e la strada a pedaggio, si giunge al rifugio Auronzo. Per tornare basta ripercorrere lo stessa strada.

Solo per veri esperti: Passo del Rombo

50 chilometri e un totale di 44 tornanti: è quello che ti aspetta in questo itinerario. Partendo da Sölden si raggiunge San Leonardo in Passiria, comune ubicato sul territorio italiano. Il Passo del Rombo, situato a un’altitudine di 2.500 metri, non solamente è il valico di frontiera stradale più alto dell’Austria, ma è anche il Passo privo di neve più elevato tra il Passo Resia e il Passo del Brennero.

Una vacanza in camper in Trentino РAlto Adige ̬ straordinaria!

Escursionismo in Trentino – Alto Adige

Anche se non c’è nulla di più bello che scorrazzare tra i prati di montagna, fiumi, santuari, giardini di rose e tra i Passi dell’Alto Adige a bordo di un camper, un po’ di esercizio fisico di tanto in tanto non nuoce, soprattutto se fatto nella splendida cornice di questa meravigliosa regione. Di seguito ti indichiamo dove vale davvero la pena scendere dal camper per andare a fare quattro passi a piedi.

campsites in croatia near the mountains

Valle del Ciamin

A San Cipriano un cartello indica la strada verso la Valle del Ciamin. Attraversando la foresta si raggiunge il Maso Ciamin, situato a 1.284 metri di altezza. Il sentiero che costeggia un grazioso ruscello conduce alla radura Rechten Leger e ad una piccola baita. Da qui, sorseggiando una bevanda rinfrescante, godi di una vista privilegiata sulle maestose cime del Catinaccio, sulle cime del Principe e sulla Cima Grande di Valbona.

  • Livello: per principianti
  • Lunghezza: 9 Km
  • Durata: 3,5 ore
view on a lake in the dolomites

La Gola del Passirio

Chi preferisce temperature più fresche, inizia la sua escursione a San Leonardo. Da qui si snoda la Gola del Passirio con imponenti formazioni rocciose, cascate e vorticosi gorghi di acqua fino a Moso. Grazie alla presenza di piccole passerelle, ponti e scalette, questi sentieri sono particolarmente adatti anche a bambini e cani.

  • Livello: per principianti
  • Lunghezza: 6,5 km
  • Durata: 3 ore

Rifugio Santa Croce in Badia

Questo sentiero ti conduce da San Cassiano al Santuario di Santa Croce, ubicato direttamente sul Sasso di Santa Croce, e poi oltre passando per San Leonardo fino a Pedraces. Durante il percorso godrai di una vista mozzafiato sulle Dolomiti. Inizialmente incontrerai solo prati di montagna con una lieve pendenza, ma passo dopo passo la salita tra i boschi di larice e pino cembro diventa sempre più faticosa. Fortunatamente nella locanda del Santuario potrai rifocillarti con una gustosa frittata dell’Imperatore o Kaiserschmarrn, la specialità del posto. Se poi ti manca la forza per affrontare la strada del ritorno, a Pedraces puoi prendere anche la seggiovia.

  • Livello: per esperti
  • Lunghezza: 10 km
  • Durata: 3,5 ore

Camping Guide Italy

L’Alta via di Neves

Al confine tra la Valle dello Zillertal e l’Alta Pusteria, questa escursione ti porta da Lappago, un paesino in fondo alla Valle Selva dei Molini, fino al rifugio Passo Ponte di Ghiaccio e poi oltre, attraversando il Nevesferner, fino al rifugio Giovanni Porro. Da qui hai uno splendido panorama sulle Alpi del Gruppo del Gran Pilastro e del Grande Mèsule.

  • Livello: per esperti
  • Lunghezza: 18 km
  • Durata: 6,5 ore

Escursione attorno al Catinaccio

Re Laurino e l’enrosadira: secondo la leggenda le cime del Catinaccio si tingono di rosa all’alba e al tramonto, proprio come le guance degli escursionisti che completano questa camminata. Si parte dal rifugio Fronza alle Coronelle, raggiungibile anche in seggiovia. Da qui inizia la tua salita lungo la parete rocciosa fino al Passo Santner. Il sentiero ti conduce fino al rifugio Re Alberto lungo una via ferrata dotata in parte di funi metalliche e scale. Non tutti i punti sono ben assicurati e chi soffre di vertigini farebbe meglio a non arrischiarsi su questo sentiero.

  • Requisiti: intenditore
  • Lunghezza: 8 km
  • Durata: 6 a 7 ore

La marcia delle 8 cime (Val Venosta)

Dal Passo dello Stelvio fino a Cima Rosa. La vetta da raggiungere si trova a 3.004 metri di altitudine perciò questa escursione non è certo adatta ai deboli di cuore, e nemmeno a chi ha ginocchia doloranti. Partendo da 894 metri sul livello del mare, il dislivello da affrontare è di ben 2.110 metri.

  • Livello: per esperti
  • Lunghezza: 25 km
  • Durata: 12 ore, in salita

Vedi? L’Alto Adige è un luogo superbo da esplorare sia in camper che a piedi. Oltre alle escursioni da noi consigliate, nella provincia più a nord dell’Italia scoprirai numerosi sentieri mozzafiato, talvolta facili e talvolta difficoltosi. Come ad esempio l’escursione circolare di Sesto, che ti permette di esplorare la regione coniugando esercizio fisico e nozioni storiche. Oppure la passeggiata lungo il sentiero del vino di Caldaro: un nome, una garanzia.

In camper tutto l’anno in Trentino – Alto Adige

Il bello dell’Alto Adige è che questa regione è una fantastica meta turistica per camperisti tutto l’anno. In primavera le temperature a nord delle Alpi sono spesso ancora gelide. Non è così in Alto Adige, dove sbocciano già i primi fiori e nei giardini si propagano i profumi degli alberi in fiore. Allo stesso tempo trovi ancora neve a sufficienza per poter indossare gli scarponi da sci e goderti le ultime discese.
In estate le montagne sudtirolesi regalano invece una piacevole frescura: una lieve brezza continua allontana il caldo soffocante tipico di altre regioni europee. L’autunno è particolarmente seducente grazie alle temperature miti e alla vendemmia. Chi rifiuta un buon bicchiere di vino nella luce dorata di una sera d’autunno?
Anche in inverno i camper sono i benvenuti in Alto Adige, perché soprattutto nelle Dolomiti si trovano innumerevoli campeggi attrezzati su misura per i turisti invernali. Dopo tutto ha inizio la stagione per gli sciatori, gli snowboardisti e gli amanti delle escursioni sulla neve. E chi non sopporta più il freddo della pista, a fine giornata può sempre rilassarsi nel caldo avvolgente di una delle tante Spa.
Non ci sono controindicazioni per organizzare un viaggio in Alto Adige in estate o in inverno: qui vale sempre la pena venire. Cosa stai aspettando? Scegli uno dei nostri modelli di camper. Puoi affittare ad esempio un VW T6 California oppure uno dei nostri Road House. E allora avanti, si parte!

Prenota un roadsurfer!

Verifica la disponibilità