Skip to main content

La tua avventura a Capo Nord in camper

La Norvegia è una magnifica destinazione turistica da visitare in camper e ancora più eccezionale è recarsi a Capo Nord. Ti sveleremo tutto quello che potrai vedere al Circolo Polare Artico, oltre a fornirti i migliori consigli per un viaggio in camper nel nord della Norvegia.

Noleggia un camper

Capo Nord in camper

roadsurfer GmbH / Thomas Grüner

A Capo Nord con il camper – Arrivo dall’Italia

La strada più veloce per raggiungere Capo Nord in camper attraversa Danimarca, Svezia e Finlandia. Veloce per modo di dire! Milano dista circa 3.800 km mentre Roma 4.250 km. Per calcolare la durata del viaggio considera anche i tempi della traversata in traghetto in Danimarca, i limiti di velocità imposti nei vari Paesi che attraverserai e le pause.

Pianifica una lunga vacanza e abbina al tour in camper a Capo Nord un giro attraverso Danimarca e Svezia.

Il percorso attraverso la Norvegia richiede più tempo, ma ti permetterà di scoprire le maggiori attrazioni del Paese. Potrai ad esempio visitare per isole Lofoten prima di spingerti ulteriormente verso nord.

Potrebbero interessarti anche:

» Roadtrip in camper in Svezia

» Itinerari in Norvegia in camper

In Norvegia con il camper fino al Capo Nord – Consigli sulla circolazione stradale

  • In linea generale, il limite massimo di velocità in Norvegia è di 80 km/h e solo su alcune autostrade è consentito viaggiare a 100 km/h. Nei centri abitati vige il limite di 30 km/h e in città di 50 km/h. Specialmente nel Nord del Paese è opportuno adattare la velocità di marcia alle condizioni meteorologiche e della strada.
  • In estate la profondità del battistrada degli pneumatici deve misurare almeno 1,6 mm, mentre in inverno minimo 3 mm.
  • I bambini di altezza inferiore a 1,30 m sono tenuti a viaggiare nell’apposito seggiolino.
  • Le luci anabbaglianti devono essere tenute accese anche di giorno.
  • Telefonare alla guida è consentito solo con l’utilizzo dell’apposito kit vivavoce.
  • Il tasso alcolemico massimo consentito è pari a 0,2 mg/ml.
  • Non esistono apposite regole di circolazione, ma a partire dal mese di giungo è opportuno prestare la massima attenzione quando si viaggia in Norvegia perché le renne potrebbero attraversare all’improvviso la strada con i loro piccoli. Questo fenomeno può verificarsi soprattutto negli ultimi 100 km prima di raggiungere l’isola di Capo Nord.

Norvegia in camper – Le strade migliori

5 giorni lungo la strada turistica nazionale Havøysund

La strada panoramica Havøysund, che conduce fino alla contea di Finnmark, impressiona per i suoi paesaggi incredibili e a tratti aridi.

Durante il viaggio puoi immergerti nella storia del Grande Nord e lasciarti ammaliare da splendide piazzole di sosta, nonché fiordi e litorali di una bellezza mozzafiato.

Giorno 1 – Alta

  • Imperdibile nei mesi invernali la visita all’osservatorio dell’aurora boreale, il primo nel suo genere.
  • Lascia il tuo camper per la notte e alloggia in uno degli igloo dell’elegante Sorrisniva igloo hotel.
  • Nei mesi estivi vale la pena fermarsi ad ammirare le incisioni rupestri di Hjemmeluft; questo patrimonio mondiale UNESCO è un’importante testimonianza della presenza di vite umane nel nord Europa già dalla preistoria.
  • L’altopiano del Finnmark è ideale per chi pratica mountain biking, persino alla luce del sole di mezzanotte.

Campeggio: Alta Strand Camping

Giorno 2 – Hammerfest

  • Fai una puntatina ad Hammerfest, la cittadina più a nord della Norvegia.
  • Visita la splendida chiesa progettata da Harald Magnus e dedicata alla storia della pesca nella contea di Finnmark.
  • Recati sul Monte Salen per effettuare qualche escursione ed ammirare la città dall’alto.

Piazzola: Storvannet NAF camping AS

Giorno 3 – Kokelv

  • Al Museo Sami scopri tutto quello che c’è da sapere sulla vita e la storia del popolo Sami.
  • Il Canyon Silfar è un luogo particolarmente suggestivo per praticare la pesca e rilassarsi.
  • Pianifica uno stop nella meravigliosa area di sosta Storberget. Da qui partono numerosi sentieri escursionistici di rara bellezza e godrai di uno splendido panorama sul fiordo.

Piazzola: Repparfjord Camping and Misjonssenter

Soste intermedie consigliate:

Nella parte finale del fiordo si trova l’area di sosta Lillefjord. Se desideri sgranchirti ancora un po’ le gambe, allora prosegui la passeggiata fino alla „panchina dell’amore“ presso la cascata di Lillefjord.

L’area di sosta Snefjord è senza dubbio una splendida destinazione per la tappa successiva. Dalle tre piccole capanne protette dal vento godrai di una vista spettacolare sul mare. Questo è anche il luogo ideale per pescare prelibati salmoni.

In alternativa, un po’ più a nord troverai l’area di sosta Selvika, dove ti aspettano un design moderno, bagni e aree attrezzate per il barbecue. Scendi la rampa in cemento di circa 50 metri per ritrovarti a piedi nudi in una deliziosa spiaggia di sabbia fine.

Giorni 4 & 5 – Havøysund

  • In una mezz’ora scarsa raggiungerai Havøygavlen, il punto più elevato dell’isola, che ti offrirà un bel panorama sul mare e sulle isole Rolvsøya e Ingøya.
  • Gli amanti dell’avventura possono raggiungere Ingøya in barca per fare escursionismo sulle montagne dell’isola.
  • Agli ornitologi consigliamo una gita a Hjelmsøystauren, una delle più grandi scogliere d’Europa popolate da numerosi uccelli.
  • Regalati una notte tutta speciale soggiornando presso un tradizionale alloggio Sami sull’isola MÃ¥søya.
  • Prosegui poi in direzione Capo Nord a bordo del tuo camper. Da Havøysund al tunnel di Capo Nord sono circa 200 km, e ti consigliamo di passare una notte a Smørfjord.

Campeggio: Laatste camping voor de Nortkap

5 giorni con il camper a Capo Nord sull’Isola di Magerøya

La strada europea E69 conduce dalla terra ferma all’isola di Magerøya. Il tunnel di Capo Nord e lungo appena 7 km e da un paio d’anni attraversarlo è completamente gratuito.

Una volta giunto sul posto puoi recarti direttamente al centro informazioni turistiche oppure esplorare l’isola in piena libertà.

Giorno 1 РHonningsv̴g

  • Visita la stravagante galleria d’arte „East of the Moon” di Eva Schmutterer.
  • Il safari del granchio reale è un’esperienza imperdibile! Muoviti nell’acqua e impara l’arte della cattura di questi impressionanti animali marini.

Giorno 2 – Skipsfjord

  • Conosci la famiglia lappone di Mattis Somby, che tutte le estati approda sull’isola in compagnia del suo gregge di renne selvatiche.
  • Immergiti nella natura straordinaria dei dintorni facendo un’escursione fino al belvedere Skipsfjord.

Piazzola: Nordkapp Camping

Giorno 3 – Kamøyvær

  • Imperdibile una battuta di pesca in mare aperto presso il Kamøyfjord, uno dei fiordi più pescosi d’Europa.
  • Per gli appassionati di uccelli consigliamo, in caso di bel tempo, una gita al sito di nidificazione sull’isola del fiordo.

Giorno 4 РSkarsv̴g

  • Ammira il borgo di pescatori più a nord del mondo; è chiaro che qui pescare sia un’esperienza davvero particolare!
  • Il Kirkeporten è un arco naturale di roccia che offre una vista fantastica sull’altopiano del promontorio di Capo Nord.

Campeggio: Kirkeporten Camping

Sosta intermedia:

  • Lanciati nell’escursione lunga 18 km fino al promontorio di Knivskjellodden. Anche da qui godrai di un panorama straordinario sull’altopiano. Firma il libro dei visitatori per imprimere nero su bianco questa tua fantastica avventura lungo il percorso escursionistico più a nord del mondo.

Giorno 5 – Capo Nord

  • Nella sala dedicata a Capo Nord all’interno del centro informazioni turistiche, potrai visionare un documentario che ti mostrerà una panoramica dell’altopiano nel corso delle 4 stagioni.
  • Guarda l’Oceano Artico dalle scogliere alte 307 metri; puoi vedere il Polo Nord?
  • Scattare una foto al mappamondo situato sull’altopiano è un imperativo assoluto. Questa scultura è uno dei soggetti più gettonati di tutta la Norvegia e per avere uno scatto senza inquadrare altri turisti dovrai portare un bel po’ di pazienza.

Campeggio: A Capo Nord c’è una piazzola di sosta per camper sulla quale potrai sostare per 48 ore.

6 giorni in camper lungo la strada turistica nazionale Varanger

Se sei particolarmente attirato dal nord est della Norvegia, allora dovresti percorrere la strada turistica Varanger. Costeggiando il mare di Barents e il Varangerfjord, il fiordo più orientale del Paese, giungerai fino al confine con la Russia.

Durante il viaggio entrerai in contatto con le tradizioni Sami e con un crogiolo di numerose altre culture. Questo è inoltre un vero e proprio paradiso per gli ornitologi dilettanti.

Giorno 1 – Hamningberg

  • Visita questo borgo di pescatori abbandonato già nel periodo prebellico e oggi posto sotto tutela monumentale.
  • Nel vicino mare di Barents, con un po’ di fortuna, potrai osservare balene e trichechi.

Giorno 2 – Vardø

  • Visita la fortezza di Vardø, situata nel punto più a est di tutta la Norvegia.
  • Il memoriale dedicato alla caccia alle streghe che ebbe luogo in Norvegia nel 17. secolo è senza dubbio una triste attrazione per la zona. L’artista Louise Bourgeois ha creato una pira funeraria per non dimenticare quanto accaduto.
  • Proprio davanti alla strada principale troverai l’area escursionistica della zona, dove potrai, ad esempio, risalire il monte Domen.

Piazzola: Vardø Bobilplass

Giorno 3 – Nesseby

  • Visita l’imponente sito archeologico Ceavccageađge, detto anche Mortensne, che racconta la storia della popolazione norvegese degli ultimi 10.000 anni.
  • Il Museo Várjjat Sámi racconta la storia della popolazione Sami sulle rive del fiordo di Varanger.

Campeggio: Vestre Jakobselv Camping

Giorni 4 & 5 – Parco Nazionale Varangerhalvøya

  • Questo Parco Naturale è un vero e proprio paradiso naturalistico nell’Artico, con una fauna e una flora decisamente interessanti. Qui la parola noia non è di casa anzi, dovresti restare almeno un paio di giorni per scoprirne tutti gli angolini più nascosti e cercare piante e animali autoctoni.
  • Una volta giunto a Varanger, sono molti i percorsi che puoi intraprendere per scoprire il parco.
  • Tra le maggiori attrazioni spicca la cascata nella valle Nattfjelldalen, raggiungibile a piedi percorrendo un sentiero lungo 18 km che parte da Vadsø. A Komagdalen troverai un sentiero apposito per osservare le varie specie di uccelli. I numerosi fiumi e laghi montani della zona sono ideali per pescare. Non dimenticarti di richiedere l’autorizzazione.

Piazzola: Varanger Kite Camp

Sosta intermedia: la splendida piazzola Gornitak sorge direttamente sul fiordo di Varanger ed è ideale per effettuarvi una lunga pausa.

Giorno 6 – Kirkenes

  • Dai un’occhiata ai Musei Savio e Borderland, situati uno accanto all’altro. Il primo è  dedicato all’artista sami John Savio, mentre il secondo illustra la storia di questa regione appassionante tra Russia, Finlandia e Norvegia.
  • Visita la Cappella di Oscar II, che demarca ufficialmente il confine tra Norvegia e Russia.
  • Qui puoi ancora esplorare la Andersgrotta, un bunker con un sistema di tunnel sotterranei nel quale, durante la seconda guerra mondiale, i norvegesi si nascondevano per sfuggire ai nemici.

Piazzola: Kirkenes bobilparkering

A Capo Nord con il camper – Costi e consigli

Lo sai che il campeggio libero in Norvegia è consentito? Devi comunque tener conto che i luoghi più popolari rischiano di essere sovraffollati. I nostri spot roadsurfer rappresentano una valida alternativa, così come i numerosi campeggi ufficiali che, in confronto alla media europea, offrono prezzi modici tutto l’anno.

Luglio e agosto sono i mesi preferiti dalla maggior parte dei turisti che desiderano visitare Capo Nord e la Norvegia in camper. Campeggi e aree di sosta rischiano di essere al completo. Per evitare delusioni ti consigliamo di prenotare con largo anticipo.

Chi si reca in Norvegia nella stagione invernale deve pianificare larghe tempistiche per completare gli itinerari. Prima di metterti in viaggio è bene consultare le previsioni del tempo e lo status delle strade, poiché alcune di esse potrebbero essere completamente chiuse al traffico turistico.

A Capo Nord l’estate potrebbe essere piuttosto fresca, con temperature che si aggirano intono allo zero. Metti in valigia una giacca invernale, stivali e alcuni maglioni belli caldi.

Prima di pianificare le varie tappe del tuo viaggio in Norvegia è consigliabile controllare la distribuzione delle stazioni di servizio. La benzina in Norvegia è più costosa rispetto all’Italia, ma puoi sempre pareggiare i costi prenotando il tuo roadsurfer con largo anticipo. Se prenoti la tua vacanza all’inizio dell’anno o già alla fine dell’anno precedente, potrai approfittare di prezzi particolarmente convenienti. Se invece aspetti l’ultimo momento, i prezzi rischiano di essere lievitati, anche per via dell’alta richiesta nei mesi estivi.

Anche se in Scandinavia le giornate estive sono molto lunghe, dovresti fare attenzione a non sopravvalutarti. Sarebbe bene poterti alternare alla guida con un secondo passeggero. Effettuare frequenti pause aumenta la sicurezza e la gradevolezza del viaggio. Le piazzole di sosta in Norvegia sono molto famose e spesso situate in luoghi bellissimi. Vale sicuramente la pena trascorrere qui qualche ora!

La patente italiana è riconosciuta anche in Norvegia, ma trattandosi di un Paese non apparente all’UE ti conviene portare con te anche il passaporto.

Noleggia un camper

Scegli il modello