Skip to main content

Venezia in camper: guida pratica

Unica e seducente, così potremmo definire il capoluogo Veneto, e ancora non le renderemmo davvero giustizia. Unica perché come Venezia non ce ne sono altre al mondo; seducente, perché ti sfido a rimanere indifferente di fronte al fascino di questa straordinaria città!

Noleggia un camper

Venezia in camper

Visitare Venezia in camper

Una visita a Venezia è sicuramente un classico imperdibile, una meta così chiacchierata e famosa nel mondo che non può essere ignorata e che si presta benissimo per un weekend in camper! Cosa aspetti a pianificare una visita in Laguna?

Se è vero che Venezia è notoriamente costosa per il turista, non farti spaventare dalla questione economica!

Programmare la tua visita a Venezia in camper ti permetterà di risparmiare parecchio in termini di alloggio.

Come arrivare a Venezia in camper

Se non possiedi un camper puoi noleggiarne uno in una delle nostre sedi roadsurfer in Italia, rispettivamente a Milano, Torino o a Roma, in base a come ti viene più comodo.

A livello di distanza da percorrere, partire dalla sede roadsurfer di Milano risulta sicuramente la via più breve e non dovrai fare altro che percorrere l’autostrada A4 in direzione Venezia.

Per questo viaggio dovrai considerare circa una ventina di euro per il pedaggio, e in aggiunta il costo del parcheggio dove lasciare il camper, dal momento che a Venezia non si può accedere in auto.

La soluzione migliore sarà quindi scegliere un parcheggio all’ingresso della città e poi spostarsi con i mezzi pubblici.

Venezia in camper: dove sostare

Per ovvie ragioni non ci sono aree sosta camper a Venezia città, ma in questa lista troverai le migliori alternative su dove puoi parcheggiare il camper vicino a Venezia, per visitar la città.

Parcheggio San Giuliano Venice: situato nel Parco del San Giuliano a Mestre. Viene 18 euro per 24 ore di sosta, indifferentemente dal numero delle persone nel camper, offre collegamento elettrico e servizi igienici con docce aperti 24 ore al giorno. L’elettricità va pagata a parte. In circa dieci minuti di Autobus siete in centro città.

Venezia Camping Village: Pet friendly nella parte riservata alle piazzole. Questo è un campeggio vero e proprio, offre vari servizi, tra cui anche piscina coperta e Spa, perfetto se volete unire alla visita a Venezia anche del relax.

Il costo per la piazzola è di 26 euro al giorno per due persone ed il camper in bassa stagione, mentre diventano 15 per la piazzola più 10 euro a persona in alta stagione. In aggiunta ci sono vari servizi a pagamento, se desideri aggiungere confort al tuo soggiorno. Oltre a poter facilmente raggiungere il centro, la location è molto comoda se vuoi darti ad escursioni in bicicletta, o raggiungere le spiagge del Lido di Venezia in vaporetto.

Area sosta Venezia Porta Ovest: a Oriago di Mira, a 18 minuti in treno da Venezia. Il costo della piazzola è di 20 euro, a cui va aggiunto a parte il costo dell’elettricità di 2 euro. Gli animali sono ammessi.

Camping Fusina: aperto tutto l’anno con vista direttamente su Venezia. Questo campeggio è collegato via mare con la linea Fusina – Venezia, che dura circa 20 minuti di navigazione.

Se poi vuoi andare a prendere un po’ di sole in spiaggia, sempre via mare puoi raggiungere la spiaggia degli Alberoni al Lido di Venezia oppure l’isola della Pellestrina.

Il servizio per queste due località è attivo solo durante la stagione estiva però. I prezzi della piazzola variano in base alla stagione e a dove è sita la piazzola. Si va da un minimo di 14 euro per la piazzola in bassa stagione, che arrivano a 22, se vuoi la piazzola fronte laguna in alta stagione. A questo va aggiunto il prezzo per persona, rispettivamente 11 euro in bassa stagione e 12 in alta per gli adulti, e 5 euro in bassa stagione per i bambini, che diventano 6 in alta stagione.

Agricampeggio Aladin Camp: con 24 euro al giorno puoi sostare qui, a circa 500 metri dalla metropolitana di superficie che in 15 minuti ti porta a Venezia.

Venezia in camper con i bambini

È indiscutibile che il fascino di Venezia conquisterà grandi e piccini, per cui ben vengano le gite di famiglia! Con qualche accortezza però.

» Leggi i nostri consigli per il campeggio con i bambini

La premessa importante se viaggi con i bambini è che Venezia si gira interamente a piedi, e non ci sono alternative, a parte in qualche caso la scelta del vaporetto. È quindi molto importante valutare il fattore stanchezza dei più piccoli e pianificare la giornata e le varie visite in moda da non strafare, facendo risultare il week end più stressante che divertente.

È fortemente sconsigliato portare i passeggini, data la frequenza con cui dovrai salire e scendere dai vari ponti che collegano le varie calli. Se hai bambini piccoli con voi, la soluzione migliore è quella di portarli tramite con il marsupio o lo zaino apposito.

Un altro fattore da considerare è il fiume di turisti che si riversa sempre nelle calli e in generale dappertutto. Tieni sempre d’occhio i bambini, perché non si perdano.

Ultimo fattore da considerare, ma non irrilevante, sono anche le lunghe code che, a seconda del periodo, potrebbero esserci per visitare alcune attrazioni.

Se tieni in considerazione tutti questi fattori sarai senza dubbio in grado di pianificare al meglio il tuo tempo in città.

roadsurfer consiglia: dividi le cose che vuoi vedere nel corso di un week end, così da avere giornate più brevi e ritirarti coi bambini in camper abbastanza presto. In questo modo avrete tutti sufficiente tempo per riposarvi e ricaricare le energie per il giorno successivo. Se scegli poi di soggiornare in uno dei campeggi, potrai anche godere dell’area relax.

Dove mangiare a Venezia – I consigli roadsurfer

Venezia non è solo una città fantastica e ricca dal punto di vista storico, culturale e architettonico. La tradizione culinaria segue a ruota, offrendo ai suoi visitatori vere leccornie e piatti tipici che difficilmente deluderanno.

A seconda di cosa ti va di mangiare e del budget a disposizione, hai parecchie opzioni a Venezia, vediamone alcune.

Tramezzini

Un tramezzino veneziano di quelli belli ricchi di ripieno è un’ottima soluzione anti-fame di metà mattina. Se non ne hai mai provato uno, un tramezzino è un panino triangolare fatto con il pane bianco, la onnipresente maionese, e un ripieno, che può essere di varie tipologie.

Quasi ogni locale di Venezia offre tra il suo assortimento tramezzini a tutti i tipi di gusti. Molto buoni sono quelli del Bar Rialto da Lollo, Bar Tiziano, del Bar Filovia, del Bar alla Toletta, solo per citarne alcuni. Ti sfidiamo però a continuare la ricerca e a condividere con noi i tuoi posti segreti dove mangiare i tramezzini più buoni di Venezia!

I cicchetti

Un modo per risparmiare sul mangiare, senza però rinunciare a gusto e qualità è quello di farsi qualche cicchetto nei bacari cittadini. I bacari sono delle osterie tipiche di Venezia, dove puoi bere un calice di vino, oppure uno spritz, e mangiare degli assaggini di varie cose, polpettine, tartine con pesce, panini ripieni e tanto altro.

Alcuni bacari che consigliamo sono le Cantine del Vino già Schiavi, l’Osteria al Squero, l’Osteria al Portego, oppure l’osteria i Compari Venezia, ma ce ne sono molti altri!

In generale il trucco è guardarsi intorno e seguire la scia degli studenti, che di solito sanno dove si mangia bene e si spende relativamente poco.

Osterie e Trattorie

Ovviamente Venezia offre anche un’ampissima offerta di luoghi dove mangiare piatti interi, di pesce e non. Consiglio spassionato, consultate il menù appeso all’esterno dei locali prima di sedervi ed ordinare, per evitare sorprese inaspettate al portafogli. Normalmente le cicchetterie offrono anche un menù normale. Da provare Osteria Ca d’Oro alla Vedova, la Bitta che propone anche piatti vegani o senza glutine, l’Osteria alla ciurma, tra le altre.

Street food

Anche questo ti farà impazzire, ed è particolarmente indicato se vuoi placare lo stomaco ma vuoi continuare a visitare Venezia senza perdere nemmeno un minuto. Da provare assolutamente il cartoccio di pesce fritto da passeggio, le pizze al trancio e le focacce salate, le mozzarelle in carrozza fino ai classici gelati. Ricordati di fare particolare attenzione ai gabbiani, famosi per rubare il cibo di mano ai turisti, e ricordati di non dare da mangiare ai piccioni e di usare gli appositi cestini per i rifiuti.

Altri consigli per il tuo viaggio on the road