Skip to main content

Un weekend in camper

Un weekend fuori porta è sempre una buona scelta, specie se viaggi tutti i comfort di un camper roadsurfer! Sei alle prime armi con il camper? Iniziare con un weekend in camper è l’ideale per prendere confidenza con il mezzo.

di: Claudia Leporatti

Foto: ourtravelness

Noleggia un camper   Trova un camping

Camping with Kids

Consigli e idee per il primo viaggio, anche con i bambini

Il consiglio che ti diamo, se ti stai avvicinando al mondo dei viaggi in camper, è di fare pratica a primavera, con un itinerario da 2 o 3 giorni o da un weekend lungo, per arrivare preparato alle vacanze estive e avventurarti su itinerari più elaborati

Sei un camperista già esperto? Qualche spunto per il weekend può essere utile anche a te: un breve stacco dalla vita quotidiana può portare innumerevoli benefici e può anche aiutarti ad essere più organizzato e produttivo al tuo ritorno, un po’ come un pisolino pomeridiano, il famoso “power nap”!

Quando è meglio partire per un weekend in camper?

Marzo è un mese di rinascita, per la natura e per noi. Perché non approfittare delle giornate più lunghe e dei paesaggi che si riempiono di fiori per un weekend “fuori porta”, con la comodità della tua casa su quattro ruote?

La primavera è un’ottima stagione per un weekend in camper, ma puoi usare i nostri consigli tutto l’anno per organizzare la tua gita del fine settimana!

E se non hai voglia di pensare all’organizzazione e a cercare le aree sosta dove puoi fermarti, dai un’occhiata al nostro mini itinerario Italia on the road, dove ti consigliamo anche alcune aree sosta camper davvero speciali.

Dove andare per il primo weekend in camper?

Ti consigliamo di scegliere una meta accessibile e ben conosciuta, in modo da poterti informare bene prima della partenza ed avere risorse da cui attingere in caso di imprevisti.

In questo articolo troverai diverse proposte di itinerari da Milano, da Roma e da Torino: da tutte e 3 i capoluoghi puoi noleggiare un camper roadsurfer, scegliendo tra i modelli super attrezzati a disposizione! Alcuni modelli sono dei veri e propri piccoli appartamenti!

» Dai un’occhiata ai nostri modelli di camper roadsurfer

Il weekend in camper con i bambini: ecco perché è una buona idea

Il weekend è ideale per fare pratica con il camper soprattutto se viaggi con i bambini. I tuoi figli si godranno il divertimento della novità e allo stesso tempo non saranno sottratti troppo al lungo dalle loro abitudini.

Viaggiare in camper è comodo perché in pratica avrai un’intera casa con te. Puoi portare quanti giocattoli vuoi, per esempio, senza le limitazioni di una valigia, e non dovrai fermarti quando serve il bagno.

Un avvicinamento graduale è perfetto per stabilire un rapporto piacevole tra i tuoi bambini e l’ambiente del camper. Vedrai che nel giro di 3 o 4 viaggi saranno talmente a loro agio che insisteranno per partire in camper.

Il consiglio da Pro

Metterti alla prova con un viaggio di 2-4 giorni ti permetterà di annotare le criticità. Approfitta del primo weekend in camper per fare un test. A viaggio finito scrivi, meglio se a mano, una lista di ciò che è andato bene e dei problemi che sono emersi. Cosa potresti fare per evitarli o per gestirli con più calma?

Viaggiare in camper è come uno sport all’aperto, devi allenarti e serve la giusta attrezzatura. Come calciatori dopo una partita importante, anche noi camperisti possiamo studiare le tattiche vincenti per gustarci sempre di più i nostri viaggi!

Il camper è ottimo anche per aiutare i bambini a socializzare: quando vi fermerete, in campeggio o nelle aree di sosta, avrai l’occasione di fare amicizia con altri camperisti e così faranno i tuoi figli!

Consigli per il tuo primo weekend in camper con i bambini

Eccoti una lista di suggerimenti per fare innamorare del camper i tuoi figli:

  • Preferisci tratte brevi e inserisci molte soste: di rado i bambini amano le lunghe tratte e restare fermi sui sedili per svariate ore può irritarli. Un percorso a tappe ti permetterà di scoprire posti interessanti e di gestire più facilmente la prevedibile domanda “Quanto manca?”.
  • Scegli località attraenti per i più piccoli. Se tuo figlio ha il pallino dei dinosauri, cerca un parco a tema. Puoi anche allettare con una sorpresa, ad esempio promettere loro un pomeriggio in un luogo speciale e affascinare i tuoi figli con leggende e storie intriganti sui luoghi che visitate.
  • Metti in camper generi di conforto e di intrattenimento: che siano libri da colorare, giocattoli o un tablet per vedere i cartoni animati, rendi il tragitto più scorrevole, anche per fare fronte a possibili contrattempi come una coda in autostrada.
  • Musica e buon umore: scegli delle playlist che piacciano ai tuoi figli e cerca di mantenere vivace l’umore a bordo – farà bene anche ai grandi!
  • Cibo e bevande non devono mancare a bordo, soprattutto in vista di traffico e possibili rallentamenti.
  • Pensa alla sicurezza: sembrerà banale, ma prima di tutto ricordati che anche in camper occorre allacciare le cinture e assicurarsi che i tuoi figli le mantengano allacciate mentre siete in movimento! Porta con te un kit di pronto soccorso completo per eventuali emergenze o piccoli infortuni.

Idee per il tuo weekend in camper: 3 itinerari da Roma, Milano e Torino

In camper da Roma per un weekend

  • Parti con il tuo roadsurfer da Roma per goderti le meraviglie della costa laziale, i castelli romani, o perché no, avventurati in Toscana alla scoperta di uno dei promontori più belli d’Italia

In camper da Roma per un weekend

  • Parti con il tuo roadsurfer da Roma per goderti le meraviglie della costa laziale, i castelli romani, o perché no, avventurati in Toscana alla scoperta di uno dei promontori più belli d’Italia!

I Castelli Romani

  • Questa zona, con i suoi 17 comuni storici, è una pagina storia incorniciata da splendidi panorami, perfetta per un viaggio all’aria aperta.
  • Goditi una gita in barca sul Lago di Albano per respirare a pieno questo specchio d’acqua immerso nella natura. Percorri la Via Sacra, un itinerario di 2 km che porta fino ai piedi del Monte Cavo, il cui belvedere offre una doppia vista sui laghi di Albano e di Nemi.
  • Pranza con una frittata di patate e ramoracce, che, a dispetto del nome, non contiene uova e profuma di selvatico.
  • Nemi è una romantica località sul lago omonimo. Piace anche ai più piccoli, complici le specialità locali, come le crostatine alle fragoline fresche del posto! A primavera devi assaggiare un altro piatto tipico di questa zona, la vignarola, che abbina fave, fagioli e i famosi carciofi romaneschi. Viterbo e dintorni:
  • Rilassati presso le Terme dei Papi, poi recati a Tuscania per visitare la necropoli e l’affascinante borgo dalle tante chiese.
  • Da Tuscania puoi raggiungere la vicina Tarquinia, famosa per le necropoli etrusche. Per un’escursione in mezzo alla natura, il Monte Cimino si presta sia al trekking, che all’arrampicata.
  • Fermati a Viterbo per ammirarne le fontane e visita il Museo della Ceramica della Tuscia per scoprire le maestranze locali,

Argentario

  • La vicina Toscana ti aspetta con gli scenari mozzafiato del Monte Argentario. Raggiungi il promontorio attraversando il promontorio della Giannella.
  • Fermati ad Orbetello per un buon gelato con vista sulla laguna: un ambiente di grande fascino anche per i più piccoli.
  • Da Porto Santo Stefano ammira la vista dei traghetti in partenza per le isole toscane come il Giglio e Giannutri.
  • Un buon pranzo di pesce in uno dei ristoranti con vista è d’obbligo, così come la passeggiata sul Lungomare dei Navigatori, indimenticabile al tramonto.
  • Il secondo giorno dedicati all’esplorazione! Sali al Convento dei Frati Passionisti per immergerti in un’atmosfera di pura natura e ispirazione. Aperto dall’ultima domenica di aprile il Ristoro la Sorgente è un punto di ristoro all’aperto che offre piatti tradizionali toscani come fagioli e cotiche e tortelli alla maremmana.
  • Sali fino alla vetta per raggiungere Punta Telegrafo e ammirare la vista a 360 gradi.
  • Prima di lasciare il Monte Argentario fai una puntata a Porto Ercole. Con il passato piratesco e il suo isolotto a poche decine di metri dalla costa rocciosa, questo è un luogo molto amato dai fotografi, ma anche dalle famiglie. Il borgo di Porto Ercole colpisce per le antiche residenze, ma anche per i negozi di artigiani locali e di abbigliamento, per i locali alla moda e per il porto dove potete ammirare sia yacht, che barche da pesca.

» Leggi anche gli itinerari roadsurfer per visitare la Toscana in camper

→ I più bei campeggi a Roma

Un weekend in camper partendo da Milano

Milano ha il vantaggio di essere vicina a due dei laghi più grandi d’Italia, che sono anche delle mete molto adatte a prendere confidenza con il camper.

Lago di Como

  • L’area intorno al Lago di Como si presta a moltissime attività all’aria aperta ideali per la primavera e amate dai bambini. Ti consigliamo di caricare le bici a bordo, per concederti qualche pedalata panoramica.
  • La bellezza del lago e dei suoi scorci faranno da cornice a un weekend in camper con i fiocchi! La ciclopedonale dell’alto Lario è un percorso ciclabile facile e sicuro anche per i più piccoli, mentre il Lake Como Adventure Park offre percorsi adatti a tutti, a partire dai bambini di 2 o 3 anni, fino ai nonni!
  • Tra i 36 borghi e centri di questa rinomata area lacustre, Bellagio, Menaggio e Varenna sono quelli da non perdere e li puoi raggiungere in traghetto.
  • Per gli appassionati di trekking, da Cernobbio parte il Sentiero dei Monti Lariani, con i suoi 125 km e percorsi per tutti i livelli. Anche una pedalata lungo l’Adda è un’ottima idea per fare movimento con tutta la famiglia.
  • Una visita al Parco Adda Nord sarà l’occasione per salire sul Traghetto di Leonardo. Attraversa l’Adda a bordo di questa suggestiva imbarcazione costruita sulla base di un disegno di Leonardo da Vinci!

» Ecco i 10 più bei campeggi sul Lago di Como

Il Piacentino

  • Vicina a Milano, ma fuori dalle rotte più battute dal turismo di massa, Piacenza e la sua provincia sono un’alternativa gradevole e facile da raggiungere per un weekend in camper da Milano.
  • Sede del primo parco emotivo d’Italia, il Castello di Gropparello è immerso in un fitto bosco. Il Parco delle Fiabe è un viaggio nel Medioevo adatto a grandi e piccini, animato da folletti, fate e cavalieri.
  • Nei pressi del castello ci sono anche il Labirinto Magico e il Museo della Rosa Nascente, oltre a un giardino con oltre 1200 piante di rose!
  • A Piacenza visita Palazzo Farnese, gioiello architettonico che fu dimora di duchi e duchesse. Dovrai inoltre assaggiare i tortelli alla piacentina, variante dei classici tortelli ricotta e spinaci che risale al Trecento, quando il Petrarca soggiornò nel castello di Vigolzone.

Lago di Garda

  • Da Desenzano a Salò, il Lago di Garda è una buona palestra per il camperista alle prime armi ed è perfetto per i bambini.
  • A Lazise, sulla sponda orientale, visita il Castello Scaligero.
  • I vicini parchi di Gardaland e Canevaworld sono ideali per le famiglie, soprattutto nella bassa stagione: da quest’anno Gardaland anticipa l’apertura stagionale ai weekend a partire dal 12 marzo!
  • Per ritemprarsi prima di tornare alla vita di tutti i giorni, puoi includere una mezza giornata di assoluto relax alle terme di Sirmione.

» Lago di Garda in camper: gli itinerari completi

→I migliori spots di Milano

campsites in croatia road trip

Da Torino in camper

Il consiglio anche in questo caso è di partire con le bici a bordo, per godersi appieno il paesaggio verde e collinare di questa regione.

Il Mottarone

  • Il Mottarone è una montagna di 1491 metri ideale per gli amanti del trekking e degli sport all’aperto.
  • Prendi la funivia per raggiungere la vetta e lasciati incantare dal panorama sui due laghi: il Mottarone infatti sorge tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta. Sulla cima del monte una delle attività preferite dai bambini è Alpyland, un percorso stile montagne russe, percorribile su un bob/slittino biposto, aperto anche in estate.

I Laghi

  • A Omegna, sulle sponde del lago d’Orta, il Parco della Fantasia dedicato a Gianni Rodari è una meta super stimolante per intrattenere i bambini: vi ritroverete immersi nelle favole di Rodari e coinvolti in attività multidisciplinari.
  • Sul Lago Maggiore visita il Parco di Villa Pallavicino, un giardino zoologico e la fattoria dove è possibile accarezzare gli animali.
  • Da Stresa prendi il traghetto per le splendide Isole Borromee. Puoi fermarti sulla più grande, l’Isola Grande, oppure scegliere un itinerario per esplorare il piccolo arcipelago lacustre.

Le Langhe:

  • L’area compresa tra Cuneo, Asti e Alessandria è rinomata per la dolcezza dei suoi paesaggi collinari, ma anche per la sua ricchezza enogastronomica.
  • Un tour delle cantine è l’occasione per assaggiare alcuni dei vini più pregiati d’Italia, dal Barolo, agli spumanti di Asti, passando per il Dolcetto e il Nebbiolo.
  • Visita Alba, patria del tartufo, e vai alla scoperta dei suoi intricati sotterranei con il progetto “Alba Sotterranea”.

» Ecco gli itinerari roadsurfer in camper in Piemonte

Dove andare in camper a marzo

A marzo ti suggeriamo di privilegiare le mete in collina, per gustarti il cambio di stagione, oltre alle specialità locali che la primavera inizia a fornirci.

La costa del Lazio, la Maremma – sia toscana che laziale – oppure l’alta Campania, offrono località che di solito sono molto affollate durante l’alta stagione e saranno più tranquille a marzo.

Con un occhio al meteo, gli amanti dello sci e degli sport di montagna possono ancora togliersi qualche sfizio sulle nevi, tra Bormio, Cervinia e il Tonale.

Marzo è un buon periodo anche per un anticipo di mare. Sulla costa adriatica Rimini e Riccione sono vicine alla stupenda Ravenna, per abbinare le passeggiate sulla spiaggia alla cultura.

» Dove andare in camper in Emilia Romagna

Da Milano puoi raggiungere Genova o La Spezia in poche ore. Attenzione però, la Liguria è un territorio difficile e la consigliamo soprattutto se hai già esperienza con il camper.

→Campeggi imperdibili a Torino

Noleggia un camper

Scegli il modello