Skip to main content

Sardegna in camper

La Sardegna è in qualche modo meravigliosamente diversa dal resto d’Italia e offre un affascinante mix di contrasti. Le splendide spiagge simili a quelle del mare del sud e le meravigliose strade costiere sono una buona ragione per esplorare la Sardegna con il camper. Ti presentiamo alcuni bellissimi itinerari per le tue vacanze, così da permetterti di creare la tua personale Top Ten delle più belle spiagge di sabbia dell’isola.

Noleggia un camper

Sardegna in camper

© roadsurfer GmbH / laurafruitfairy

Come raggiungo la Sardegna in camper?

L’unica opzione per raggiungere la Sardegna in camper è di prendere il traghetto. Ci sono numerose compagnie che garantiscono il collegamento con la Sardegna durante tutto l’anno. Le principali sono:

  • Tirrenia, che offre traghetti da Genova e Civitavecchia
  • Moby, le cui navi partono dai porti di Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia
  • Sardinia Ferries, che collega Livorno con Porto Torres e Golfo Aranci
  • Grimaldi Lines, con traghetti in partenza da Civitavecchia, Livorno, Napoli e Palermo
  • Grandi Navi Veloci, che collega Genova e Porto Torres: la traversata notturna è di 12 ore abbondanti

Considera la possibilità di prenotare il tuo camper nella sede roadsurfer di Roma e di imbarcarti a Civitavecchia; da qui la traversata in direzione di Olbia ha una durata di circa 7 ore.

Tour della Sardegna: regole di circolazione per i camper

  • In Sardegna si applicano le stesse norme stradali vigenti in Italia. Ciò significa che il limite di velocità è di 50 km/h nei centri urbani, 90 km/h nelle aree extraurbane e 110 km/h nelle superstrade. In Sardegna non esistono autostrade.
  • Nel pianificare il tuo percorso dovresti tuttavia tenere presente che spesso non è possibile raggiungere la velocità massima consentita.
    Il limite massimo consentito del tasso alcolemico è pari a 0,5 g/litro. Il consumo di alcol è severamente vietato per chi è in possesso della patente da meno di 3 anni.
  • Nelle aree extraurbane, anche nelle ore diurne, vige l’obbligo di circolazione con anabbaglianti o luci di posizione.
  • L’utilizzo del telefono cellulare alla guida è consentito solo se in modalità viva voce.
  • I bambini di età inferiore ai 12 anni o più piccoli di 150 cm devono viaggiare in un apposito seggiolino auto.
  • Le violazioni del codice della strada sono severamente punite e comportano multe talvolta molto salate. Si consiglia di saldare la contravvenzione entro 5 giorni dalla notifica per beneficiare del 30% di sconto.

Sardegna in camper – Le strade più belle

9 giorni nel nord della Sardegna

Olbia, situata nel nord est della Sardegna, è il punto di partenza per questo tour in camper! Il nome Olbia deriva dalla parola greca „felice“, parola che connoterà l’intero viaggio. Attraversa la costa settentrionale fino ad Alghero, con un passaggio obbligato al Parco Nazionale della Maddalena, spesso paragonato a Tahiti o alle Seychelles. Il traghetto che ti conduce a Palau è sicuramente il mezzo più economico per raggiungere La Maddalena.

1. giorno – Olbia

  • Il museo archeologico di Olbia, ricco di reperti che vanno dall’età della pietra fino al Medioevo, ti insegnerà molto dell’affascinante storia della Sardegna.
  • Da Nuraghe, una collina risalente all’età del bronzo che sorge a nord di Olbia, godrai di una vista spettacolare sulla città.
  • Non perderti l’imponente tomba dei Giganti di Su Mont’e s’Ape, edificata in epoca nuragica.

Campeggio: Camping Tavolara

2. giorno – Porto Cervo

  • Passeggiare lungo il molo di Porto Cervo, tra gli yacht club più alla moda, ti darà l’impressione di far parte anche tu dell’alta società.
  • Gli amanti dell’architettura non possono non visitare la Chiesa Stella Maris dell’architetto Michele Busiri Vici.
  • Goditi le splendide spiagge Grande Pevero e Piccolo Pevero!

Campeggio: Villaggio Camping Golfo di Arzachena

3. e 4. giorno – La Maddalena

  • Considerata la migliore spiaggia sabbiosa dell’Arcipelago, Cala Coticchio non ha davvero nulla da invidiare alle spiagge da sogno dei mari del sud.
  • Con o senza tour organizzato, una gita in gommone ti regalerà tanto divertimento e la possibilità di scoprire le magnifiche piccole baie nascoste della zona.
  • Merita una visita anche la casa-museo di Garibaldi sulla splendida isola di Caprera.

Campeggio: Camping Maddalena

Tappa intermedia:

Velisti e marinai dovrebbero fare una sosta a Porto Pollo. La spiaggia è incredibilmente pittoresca e offre ottime condizioni di vento. Nelle sue vicinanze c’è anche una scuola di vela. Potrai parcheggiare il camper nel parcheggio antistante la spiaggia.

Campeggio: Camping Isola dei Gabbiani

5. giorno – Santa Teresa Gallura

  • Rilassati sulla bellissima spiaggia Rena Bianca, situata a pochi passi dal centro del paese.
  • Nel mese di agosto le magnifiche pareti di granito di Cala Lunga ospitano il Festival Musiche sulle Bocche.
  • La storia rivive nelle rovine di Batteria Ferrero, fortificazione della seconda guerra mondiale.

Campeggio: Camping La Liccia

6. giorno – Isola Rossa

  • Dal porto turistico puoi fare un’escursione in barca alla scoperta di questa costa pittoresca.
  • La spiaggia La Marinedda offre uno spettacolo di colori unico con oltre 50 sfumature di blu.
  • Al tramonto concediti una romantica passeggiata nella zona pedonale!

Campeggio: Camping Baia Paradiso

7. giorno – Castelsardo

  • Scattare una foto alla roccia dell’Elefante è un passaggio obbligato del tuo viaggio in camper attraverso la Sardegna.
  • Una passeggiata nel centro storico di Castelsardo, così ricco di scalinate, è l’ideale per coniugare turismo e cardiofitness.
  • Se visiti Castelsardo tra novembre ed aprile, devi assolutamente assaggiare una porzione di ricci di mare, tipici per questa stagione.

Campeggio: La Foce Camping

8. giorno – Stintino

  • Dopo una visita al Museo delle Tonnare di Stintino, la peculiare pesca del tonno non avrà più segreti nemmeno per te.
  • Una degustazione di bottarga di tonno, uova di tonno e zuppa di aragosta è d’obbligo!
  • L’isola dell’Asinara, che un tempo ospitava l’omonimo carcere, è oggi un Parco Nazionale ideale per fare escursionismo ed ammirare gli asini bianchi di origine autoctona.

Campeggio: Camping Golfo Dell’Asinara Sorso

9. giorno – Alghero

  • Visita l’imponente grotta di Nettuno, una formazione lunga circa 4 chilometri con meravigliose stalagmiti e stalattiti calcaree!
  • Gli scalatori possono arrampicarsi sulle falesie calcaree di Campo Caccias.
  • Per le escursioni a piedi o in bicicletta ti consigliamo una visita al Parco Naturale Porto Conte.

Campeggio: Villaggio e Campeggio Nurral

6 giorni nella costa occidentale della Sardegna

Alghero è il punto di partenza per esplorare la costa occidentale della Sardegna. Se pianifichi una lunga vacanza in camper alla scoperta della Sardegna, ti consigliamo di unire questo itinerario a quello precedente.
L’itinerario della Sardegna occidentale ti condurrà anche all’isola di San’Antioco, poco distante da Carbonia-Iglesias, raggiungibile attraverso un istmo e un ponte artificiale che la collegano alla terraferma.

1. giorno – Alghero

Questa volta si parte da Alghero. Se non hai voglia di fare lunghe escursioni e goderti lo splendido paesaggio, puoi rilassarti al Lido San Giovanni. La spiaggia si trova nelle immediate vicinanze del centro storico e, grazie alle sue acque calde e poco profonde, è perfetta per le famiglie con bambini piccoli.

2. giorno – Bosa

  • Una ripida salita conduce all’imponente Castello Malaspina, da dove avrai una vista spettacolare su Bosa.
  • Visita il Museo delle Conce per scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla lavorazione della pelle!
  • Il vino da dessert Malvasia è uno dei pezzi forti di Bosa; puoi acquistarlo direttamente alla Cantina Columbu.

Campeggio: Area Sosta Camper di S’Abba Druche

3. giorno – Torre dei Corsari

  • La regione dell’Iglesiente è ideale per combinare turismo balneare e arrampicate!
  • Essere in mezzo alle dune di Piscinas ti darà la sensazione di trovarti nel deserto.
  • Visita la storica miniera di Montevecchio, che con le sue gallerie ed i tunnel fa parte della rete globale dei geoparchi UNESCO!

Campeggio: Camping Le Palme

4. giorno – Sant’ Antioco

  • Visita il porto cittadino e la basilica Sant’Antioco!
  • Immergiti nella splendida baia Molo di Masua, dalla cui spiaggia si gode della bellissima vista sul faraglione Pan di Zucchero!
  • Nuota insieme a centinaia di pesci nella piscina naturale l’Arco dei Baci!

Campeggio: Camping Tonnara

5. giorno – Porto Pino

  • Cerca i fenicotteri sui laghi salati della zona, e non dimenticare il binocolo!
  • Scala le dune di Porto Pino, le più alte ed estese di tutta la Sardegna!
  • Metti in valigia il tuo costume da bagno… e la tua tavola da surf, perché qui la spiaggia è una mecca per i surfisti!

Campeggio: Agricamping Il Ruscello

6. giorno – Chia

  • La spiaggia di Chia è leggendaria: qui ti attendono acque cristalline, dune di sabbia e il profumo del ginepro.
  • Un tempo la Torre Chia era una torre di avvistamento contro gli attacchi dei pirati; oggi dalla cima potrai godere di una rilassante vista sul mare.
  • Nella regione ci sono numerosi impianti di equitazione, allora perché non esplorare la spiaggia e i dintorni di Chia a cavallo?

Campeggio: Campeggio Torre Chia

5 giorni nella Sardegna orientale

1. giorno – Cagliari

  • Visitare il centro storico e il quartiere di Castello è un po’ come fare un viaggio nel tempo. Non perderti una visita alla gloriosa Torre dell’Elefante!
  • Nel complesso museale Cittadella dei Musei c’è un museo per tutti i gusti: dalla Pinacoteca, al museo etnologico fino a quello archeologico.
  • Puoi trovare refrigerio nel mare della spiaggia cittadina del Poetto, mai troppo affollata perché lunga ben 8 chilometri!

Campeggio: Camping Pini e Mare

2. giorno – Villasimius

  • Riesci a scovare i fenicotteri rosa tra i canneti del lago salato di Notteri?
    Il lago è situato alle spalle di Porto Giunco, una delle spiagge più belle della
  • Sardegna e addirittura di tutta Italia. Una nuotata nelle sue acque cristalline è quasi d’obbligo.
  • Infine, immergiti nell’affascinante mondo sottomarino dell’area protetta di Capo Carbonara!

Campeggio: Villaggio Camping Spiaggia del Riso Villasimius Sardegna

3. e 4. giorno – Golfo di Orosei

  • Il Parco Nazionale del Gennargentu offre numerosi itinerari tutti da scoprire e attività che potrai scegliere a seconda del tempo a disposizione e della tua forma fisica.
  • Ti consigliamo una gita alle Sorgenti di Su Gologne e alla Gola di Gorropu, una delle più profonde d’Europa!
  • La Grotta del Bue Marino, un tempo habitat dell’omonima foca monaca, merita una visita per l’affascinante sala degli specchi.

Campeggio: Camping Cala Ginepro

5. giorno – Olbia

Una volta tornato ad Olbia avrai tempo per degustare i vini sardi e pensare a quali spiagge ti sono piaciute di più. Siamo sicuri che una Top Ten sia sufficiente?

Consigli per il viaggio e il campeggio in Sardegna con il camper

In Sardegna, come nel resto d’Italia, il campeggio libero è severamente vietato. Fortunatamente troverai numerosi campeggi in prossimità delle spiagge più belle.

roadsurfer consiglia: prenota comodamente online uno dei nostri roadsurfer spot in Sardegna! Troverai molte piazzole individuali presso ospiti davvero gentilissimi.

In alta stagione i prezzi dei campeggi potrebbero essere decisamente esagerati. Per questo ti consigliamo di visitare la Sardegna in camper nel mese di settembre oppure in primavera. Eviterai così i 40 gradi all’ombra tipici dell’estate e potrai risparmiare sul prezzo della piazzola da te prescelta.

Il meteo in Sardegna è abbastanza variabile, con precipitazioni anche abbondanti. Sulla costa orientale troverai un clima più mite, mentre il nord è generalmente molto più piovoso del sud.

Se visiti la Sardegna fuori dalla stagione estiva è quindi opportuno avere con sé giacca e scarpe impermeabili. Qui trovi una lista completa delle cose che ti servono per il campeggio in Sardegna.

Noleggia un camper e viaggia flessibile!

Trova il tuo camper