Skip to main content

10 mete in camper per il ponte di Ognissanti 2021

Ti manca l’estate e Natale non è così vicino da poter resistere senza una fuga dalla routine? La soluzione sta nel mezzo: il weekend di Ognissanti.

In questo articolo troverai 10 mete ideali per sfruttare al meglio il ponte del 1 novembre – Halloween incluso – viaggiando in camper insieme alla tua famiglia: lasciati ispirare e scegli tra una miriade di attività, dai parchi di divertimento ai percorsi enogastronomici.

Guarda i nostri camper

Noleggio camper Ognissanti

© roadsurfer GmbH / Laura Herz

1 – Giochi di emozioni in Piemonte

Connubio tra natura e parco di divertimenti, il Bosco delle Meraviglie è un parco emozionale, un concetto nato negli ultimi anni proprio qui, nei pressi di Sant’Ambrogio di Torino, paesino all’imbocco della Val di Susa. Il Bosco delle Meraviglie è interattivo e permette ai bambini di inventare la loro favola personale, incontrando alberi parlanti, fate, gnomi, lupi e streghe.
Tranquilli, sono attori preparati a interagire con i bambini, incluso l’orco!
Un’insolita avventura che permette di entrare nel mondo fatato in modo dinamico, ma anche di improvvisarsi giocolieri, scoprire giocattoli d’epoca e tanto altro.
Il vicino paese di Sant’Ambrogio merita una visita. Il castello abbaziale risale al XII secolo ed è un punto panoramico grazie alla sua terrazza accessibile al pubblico.

In provincia di Cuneo, il Castello Stregato della Manta offre un tour delle sue sale dove ai racconti di fantasmi e alle storie del palazzo si abbina la bellezza del maniero medievale.

2 – Cultura, gioco e romanticismo sul Lago di Garda

Il Lago di Garda è una meta completa, un mix di cultura, architettura, paesaggio e divertimento.

Con Gardaland aperto ogni giorno fino al 1 novembre e Gardaland Magic Halloween, saranno i tuoi figli a preparare la valigia implorandoti di partire!
Nei dintorni del parco di divertimenti, Sirmione vanta uno dei castelli più belli d’Italia. Ammirate le Dolomiti specchiarsi nel Lago di Molveno, un luogo magico che fonde la bellezza della montagna con quella delle acque alpine. Passeggiate tra le vie di Canale di Tenno, un piccolo villaggio che risale al 13esimo secolo ed è luogo di ritrovo per gli artisti di tutta Europa grazie alla Casa degli Artisti.
Se riesci a ritagliare un momento romantico, Punta San Virgilio offre uno dei tramonti più struggenti che potete immaginare.

3 – Sulle orme dei dinosauri di Trento

Nel 1990 un naturalista locale, Luciano Chemini, ha scoperto, poco distante da Rovereto, centinaia di grandi impronte risalenti a 200 milioni di anni fa. Il sentiero, attrezzato anche per i più piccoli, aiuta ad apprendere l’evoluzione del territorio mentre si seguono letteralmente i passi dei dinosauri.
Ideale continuazione della visita è il museo della scienza di Trento, noto come MuSe, con un’ampia sezione dedicata alla preistoria. Natura e scienza sono proposte in modo giocoso e interattivo. Lo spazio “Maxi Ooh!” permette di intrattenere anche i bimbi tra gli 0 e 5 anni attraverso gli stimoli sensoriali.
Il Castello del Buonconsiglio di Trento arricchirà la visita dell’elemento architettonico, senza perdere l’attenzione dei più piccoli.
Restando in Trentino, ma spostandosi in provincia di Bolzano, il Lago di Braies sulle Dolomiti sembra uscito da una serie TV fantasy!

4 – A caccia di streghe e pirati in Liguria

A poche ore di viaggio da Milano, la Liguria riserva svariate mete piacevoli e sorprendenti.
Il borgo medievale di Triora porta l’intrigante nome di Paese delle Streghe e cela un episodio importante della storia medievale. A fine 1500 il paese dell’entroterra ligure fu protagonista di uno dei processi più famosi della storia italiana, quando alcune donne furono accusate di stregoneria.
Oggi è una meta turistica fuori dal comune e offre 3 itinerari con diversi livelli di “stregoneria”: per più piccoli, per non impressionare, si consiglia il percorso “Kids”, più breve e tranquillo.
La Liguria è terra di mare e di pirati e l’incantevole borgata di Borgio Verezzi è una località dal fascino orientaleggiante, che permette di catapultarsi al tempo dei saraceni. Si dice infatti che siano stati loro a fondare questo borgo. Ammirate i panorami a strapiombo sul mare e assaggiate le varietà locali della cucina ligure. Tra questi la torta di zucca e lo zemin, una zuppa di ceci con funghi e bietole, sono ricette originali di questo paese dal passato burrascoso.

5 – Divertimento e gusto in Emilia Romagna

Una delle regioni d’Italia più ricche di intrattenimento è l’Emilia Romagna, dove anche la cucina contribuirà a rendere appagante il vostro ponte.
Sempre aperto, il Bosco degli Gnomi di Bagno di Romagna (FC) è un grazioso parco dove è possibile anche fare il pic nic con gli gnomi ed assaggiare il cioccolato di loro produzione.
A Mirabilandia il mese di ottobre è dedicato a Halloween, con spettacoli, labirinti e giochi in maschera. Un periodo speciale per provare uno dei principali parchi di divertimento dello Stivale, che resta mozzafiato tutto l’anno, ma ad ottobre fa urlare anche chi non sale sulle montagne russe.
L’Italia in Miniatura rende la geografia giocosa e piace a grandi e piccini con le sue riproduzioni dei monumenti italiani, animate dalle statue parlanti di personaggi della nostra cultura che raccontano i loro luoghi d’origine, da Giulio Cesare a Eduardo de Filippo.
Il Museo della Pasta di Collecchio (Parma) è uno dei vari Musei del Cibo che permette di esplorare il patrimonio enogastronomico locale e ne racconta la storia in modo fruibile per tutta la famiglia.

6 – I misteri della Toscana

Poco distante da Siena, San Galgano è famosa per la sua basilica e per la presenza della Spada nella Roccia. Diverse sono le leggende dietro alla spada Excalibur resa celebre dal mito di Re Artù e dal film Disney dedicato. Una di esse si incrocia con i miracoli attribuiti a San Galgano. Il cavaliere Galgano Guidotto da Chiusdino, si convertì alla religione cristiana e decise di appendere la spada al chiodo o meglio…di infilarla in una roccia. Secondo una delle leggende a lui legate non è mai stata più estratta dalla roccia nell’eremo di Montesiepi dove riuscì ad incastonarla. La spada è meta di pellegrinaggio e allo stesso tempo incanta bambini e adulti portandoci nel mondo di Mago Merlino, oltre che nel cuore della campagna toscana.
Sempre in Toscana, ma in provincia di Lucca, il Ponte del Diavolo (nome ufficiale Ponte della Maddalena) è una meta adatta al fine settimana di Ognissanti, se siete a caccia di atmosfere a tema Halloween.
Il nomignolo inquietante e la tradizione che lo vuole costruito dal demonio aumentano l’effetto. La leggenda narra che il capomastro incaricato di costruire il ponte abbia ceduto alle lusinghe del diavolo pur di completarla entro i tempi. Il diavolo si offrì di finire lui stesso l’opera, in cambio dell’anima del primo essere vivente che lo avrebbe attraversato.
Unico grazie alle sue tre arcate di diverse dimensioni a “gobba d’asino”, il Ponte della Maddalena è una meta indimenticabile, circondata da un paesaggio spettacolare.
Nei paraggi passate da Borgo a Mozzano: oltre ad essere un paesino incantevole, ad Halloween viene completamente addobbato per i tanti eventi a tema.

7 – C’era una volta nelle Marche: tra fiumi incantati e grotte misteriose

Il patrimonio naturalistico delle Marche rende questa regione uno scrigno di scenari fiabeschi. Tra questi il più recente luogo di interesse è il Fiume Incantato, un progetto figlio della Pandemia di Covid19, che ha visto la popolazione locale attivarsi per ripulire le sponde del fiume Musone. L’area è stata anche popolata di simpatici gnomi e attrezzata con 3 percorsi, Natura, Fiabesco e del Bosco Bambù in modo da renderla più accogliente per i bambini!

C’è da lasciare il cuore nel Bosco dei Folletti di Urbania. Che ci crediate o meno, nel 1777, in questo bosco trovarono casa 66 folletti in fuga dalla loro Transilvania. Arrivarono qui a piedi e da allora vivono nel bosco del Monte di Montiego, proteggendolo. Questo suggestivo bosco dalla ricca flora si percorre tramite un facile percorso lungo il quale sono disseminate le case dei folletti, oltre a numerosi giochi, tra fantasia e natura.

8 – Cascate e cioccolata

Se vouoi visitare la campagna umbra non perdere la Cascata delle Marmore (Terni). Alta 165 metri, questa cascata è a rilascio controllato, per cui occorre verificare l’orario di rilascio dell’acqua sul sito ufficiale.
Alzi la mano chi non ama il cioccolato. Perugia ha un cuore fondente essendo il luogo natale di una delle maggiori produzione nostrane, la Perugina. Se non ti bastano le tante cioccolaterie della città, gustatevi la Casa della Cioccolata, che include la visita la Fabbrica della Perugina.

9 – Dagli antichi romani ai…mostri

Imparare la storia è importante e in Italia abbiamo la fortuna di poter ripercorrere dal vivo le sue tracce, anche quelle molto lontane nel tempo.
Partendo da Roma, puoi seguire le orme dell’imperatore Adriano e visitare Villa Adriana, la sua residenza extraurbana, sita nei pressi di Tivoli. La più grande villa imperiale romana, inaugurata nel 117 d.C, fu costruita secondo i dettami dell’imperatore, riproducendo i monumenti che lo avevano affascinato durante i suoi tanti viaggi. Ancora oggi resta uno dei luoghi che meglio permettono di ammirare lo sfarzo e il grado di sviluppo dell’impero romano.
A pochi km da Viterbo, il parco storico di Bomarzo, fondato nel 1547, si colloca all’interno di una foresta ed è decorato con edifici e statue di mostri, animali magici, divinità e creature mitologiche.
Impossibile non restarne incantati!

10 – In Abruzzo, come in un film

Tra le regioni più variegate d’Italia, l’Abruzzo si distingue per i paesaggi d’alta montagna e i paesini arroccati su di essi, ma non manca di vedute sul mare. I tantissimi piatti tipici e la varietà dei dolci fatti in casa di questa regione vi faranno sempre scegliere il dolcetto e mai lo scherzetto!
Nell’ampia scelta di castelli spicca la Rocca di Calascio, in provincia di L’Aquila. Questa fortezza può essere raggiunta con un trekking per bambini, in sella agli asinelli. Le sue spettacolari rovine sono state il set del film “Il Nome della Rosa” con Sean Connery.
Per provare qualcosa di nuovo, opta per un’escursione in canoa sul Tirino, il fiume più bello d’Abruzzo.
Sul litorale, la Costa dei Trabocchi si contraddistingue per il panorama singolare creato dai trabocchi, delle antiche macchine da pesca su palafitte, dall’origine incerta e dal presente vibrante. Alcuni di essi, infatti, sono stati restaurati e trasformati in ristoranti dove assaggiare le specialità locali.

Ad Halloween prova qualcosa di nuovo!

Se vuoi rendere il ponte di Ognissanti in camper un’avventura speciale, prova qualcosa di nuovo. Invece di un normale campeggio, puoi prenotare una piazzola individuale in una delle aree di sosta presenti nella nostra piattaforma roadsurfer spots. Agricampeggi, piazzole tra i vigneti, tra gli ulivi, oppure in riva al mare, sono solo alcune delle proposte che troverai nella lista. Dai subito un’occhiata e trova la piazzola più adatta alle tue esigenze!

Aree sosta camper individuali

Altri consigli per il tuo viaggio on the road

Noleggia il tuo camper!

Trova il modello perfetto