Skip to main content

Tutto sulla Costiera Amalfitana in camper

Con la sua bellezza ineguagliabile, la costiera amalfitana è una di quelle zone che rende il nostro paese famoso in tutto il mondo.
Per i camperisti la vacanza in costiera rappresenta una certa sfida, perché, se non lo sai, i mezzi ingombranti in determinati periodi dell’anno non sono ammessi per queste strade strette e tortuose. Come fare allora se non vuoi rinunciare né alla costiera amalfitana, né alla vacanza in camper?
Partiamo dall’inizio. Se non hai un camper di proprietà, ti consigliamo di noleggiare uno dei nostri modelli colorati nella nostra sede roadsurfer di Roma e di metterti alla guida verso Sorrento.

Noleggia un camper

Costiera Amalfitana in camper

In camper sulla Costiera Amalfitana: la situazione strade

Le strade della costiera amalfitana sono rinomatamente strette, piene di curve, e a strapiombo sul mare. È quindi comprensibile che la guida di mezzi ingombranti, tra cui il camper, sia scoraggiata, e in certi periodi dell’anno, addirittura proibita.

Sfortunatamente, non c’è modo di sapere con troppo anticipo quale sarà la situazione stradale, perché viene decisa di settimana in settimana a seconda della stagione, per cui il nostro consiglio è di verificare sempre la situazione traffico online prima di partire o pianificare la giornata.

Se hai la confidenza necessaria ad affrontare le mille curve che ti attendono, roadsurfer ti consiglia di noleggiare uno dei nostri modelli di camper più piccoli come il Beach Hostel oppure la Surfer Suite, maneggevoli e compatti, e quindi meno ingombranti. Non ti preoccupare, gli spazi interni al veicolo sono così ben organizzati che lo spazio non ti mancherà!

Dal momento che il turismo in queste zone è comunque molto popolare, non mancano i mezzi pubblici per visitare i paesi della costiera senza doversi stressare alla guida.

Se vuoi visitare la Costiera Amalfitana in camper quindi, la migliore soluzione, che ti permette anche di rilassarti e goderti la vacanza al meglio, è quella di scegliere un campo base dove parcheggiare e di muoverti con i mezzi pubblici.

Logisticamente parlando le due città dove ti conviene prendere in considerazione di sostare sono Sorrento oppure Salerno. Una volta scelto il campeggio che fa al caso tuo sei libero di decidere con quali mezzi preferisci spostarti.

Le opzioni sono fondamentalmente 2, i bus di linea, oppure il metrò del mare, un servizio di collegamento tramite traghetto, che ti permette di accedere ai paesi della Costiera Amalfitana arrivando direttamente dall’acqua.

Una terza opzione è possibile, per quelli che non hanno voglia di sottostare agli orari dei mezzi pubblici, ed è quella di noleggiare una macchina oppure uno scooter per uno o più giorni, e visitare senza stress con i propri tempi la Costiera.

Dove sostare in camper sulla Costiera Amalfitana

Se scegli di sostare in camper lungo la Costiera Amalfitana, a Sorrento il Santa Fortunata Village Camping fa al caso tuo. Il campeggio offre anche un servizio navetta per il centro di Sorrento, che dista comunque un chilometro e mezzo. Da Sorrento puoi poi prendere un autobus che ti porterà nei vari paesi della Costiera Amalfitana.

Se invece preferisci avere il campo base a Salerno, perché non sostare al camping Lido di Salerno? Il campeggio offre anche servizio di noleggio scooter o auto, nel caso volessi muoverti senza usare i mezzi pubblici.

Ovviamente ti consigliamo di dare sempre uno sguardo ai nostri roadsurfer spots. Anche se al momento non trovi nulla in quest’area, torna a visitare la pagina tra qualche tempo! Ogni settimana aggiungiamo fantastici posti fuori dai comuni tracciati turistici, dove sostare con il tuo camper.

Cibi da provare

Non hai voglia di cucinare in camper? Nessun problema, perché le bellezze paesaggistiche di questa zona vengono seguite a ruota dalle delizie culinarie, che devi assolutamente provare.

Alcune delle specialità più famose: le alici di Cetara e gli spaghetti alla colatura di alici, i limoni e il limoncello e la delizia al limone, i ndunderi di Minori (una specie di gnocchi che sono considerati una delle paste più antiche del mondo), gli scialatielli all’amalfitana, la pizza di Tramonti, le melanzane col cioccolato di Maiori, i totani alla Praiese e molti altri.

In camper sulla Costiera Amalfitana

Quattro giorni in Costiera Amalfitana in Camper

Giorno 1 – Sorrento

Il primo giorno noleggia il tuo camper nella sede roadsurfer di Roma e mettiti alla guida verso Sorrento. Se hai più giorni a disposizione noi ti invitiamo a fare una tappa a Napoli e a Pompei, prima di iniziare il tour della costiera.

Cose da fare:

  • Inizia la giornata con una buona colazione in Piazza Tasso
  • Un giro al Vallone dei Mulini di Sorrento con annesse foto per il tuo account Instagram
  • Mangia un piatto di Gnocchi alla Sorrentina originali
  • Shopping in Corso Italia
  • Passeggia tra le antiche mura della città

Giorno 2 – Positano

Come dicevamo nell’intro dell’articolo, hai diverse opzioni su come muoverti una volta lì. La prima tappa è Positano, e la puoi facilmente raggiungere con circa 35 minuti di autobus, oppure in circa un’oretta e mezza di traghetto. La scelta la lasciamo a te!

Cose da fare:

  • Visita il centro storico
  • Tappa in una delle due spiagge più grandi: Marina Grande e Fornillo
  • Fai un’escursione al sentiero degli Dei da Agerola a Nocelle e scendi i 1700 scalini che riportano a Positano
  • Aperitivo con vista sul golfo

Giorno 3 – Amalfi e Atrani

Non si può pianificare una visita alla Costiera Amalfitana senza fermarsi ad Amalfi, ed infatti ecco la terza tappa del tuo tour.

Cose da fare:

  • Trekking nella valle delle Ferriere
  • Visita di Amalfi con visita alla Cattedrale di Sant’Andrea
  • Tappa in spiaggia e noleggio di un kayak per sbirciare al meglio tutti gli angoli della costa
  • Vai a caccia di panorami mozzafiato alla Torre dello Ziro
  • Visita del borgo di Atrani

Giorno 4 e 5 – Praiano, Furore, Conca dei Marini, Ravello, Maiori, Minori, Cetara, Vietri sul Mare

Noleggia uno scooter oppure un’auto per questi due giorni e concediti la flessibilità di vedere quello che vuoi con i tuoi tempi.

Cose da fare:

  • Fermati a Praiano e lasciati conquistare dai vicoli e dalle scalinate che dalla spiaggia ti portano fino al Monte Tre Pizzi
  • Fai tappa a Furore, patrimonio dell’UNESCO dal 1997, famosa per il suo fiordo, e magari allungati a una visita ai resti dell’eremo di Santa Barbara
  • Fermati a Conca dei Marini e fai una visita alla Grotta dello Smeraldo
  • Goditi la vista dalla Terrazza sull’infinito di Ravello
  • Visita Maiori e Minori e prova le melanzane al cioccolato
  • Fermati a Cetara per provare i famosi spaghetti alla colatura di alici, prodotto tipico di questo paese
  • Una visita al museo della ceramica a Vietri sul Mare e le sue spiagge

Giorno 6 – Isola di Capri

Per l’ultimo giorno ti consigliamo una gita in barca nella bellissima isola di Capri.

Cose da fare:

  • Visita alla Grotta Azzurra
  • Escursione al Monte Solaro per ammirare la vista e la fauna
  • Visita a Villa Jovis fatta costruire dall’imperatore romano Tiberio
  • Relax sulle suo bellissime spiagge
  • Aperitivo e people watching in piazza Umberto I
  • L’insalata caprese a Capri ha un altro gusto, provala! E già che ci sei assaggia anche l’omonima torta

Altri consigli per il tuo viaggio on the road